Scuola Secondaria

museo e secondaria

Il Museo del Balì si presta bene sia come meta delle gite di fine anno, sia come destinazione per un'uscita di istruzione per introdurre e/o rafforzare un determinato argomento disciplinare. 

Di seguito trovi le proposte di attività da svolgere durante un'uscita di istruzione o gita di fine anno al museo per la Scuola Secondaria. Puoi scegliere una singola attività o una combinazione tra le attività mostrate. Se vuoi controllare i costi vai alla pagina delle tariffe.

La visita consiste nella sperimentazione in prima persona di più di 40 postazioni interattive che mostrano fenomeni ed esperimenti scientifici.

Nove sale per altrettante tematiche suddivise tra percezione, fisica (onde, luce, forze, elettromagnetismo), matematica, scienze della terra, scienze della vita e astronomia. Puoi consultare l'elenco degli exhibit con un approfondimento sui contenuti.

L'esplorazione delle sale è guidata. Ogni visita è calibrata in funzione dell'ordine scolastico grazie all'esperienza dell'operatore museale che introduce le sale, incoraggia l'esplorazione interattiva delle postazioni dosandola in funzione dell'età degli studenti, indirizza e incanala la loro curiosità degli studenti verso i fenomeni scientifici più adatti alla loro comprensione. 

Il planetario è uno strumento che permette la simulazione di un cielo stellato sotto una cupola di 8 metri di diametro. 

Spettacoli guidati permettono di imparare a riconoscere le costellazioni e gli oggetti celesti di stagione; di comprendere i principali moti terrestri e le tecniche basilari di orientamento. 

Grazie al nuovo planetario digitale (inaugurato a luglio 2020) sarà possibile assistere a planetari tematici su specifici argomenti non solo riguardanti l'astronomia. A breve le proposte per le scuole. 

Ogni spettacolo è calibrato in funzione dell'ordine scolastico. Per l'infanzia il planetario è un ottimo modo per esorcizzare la paura del buio e comprendere lo scorrere del tempo durante la notte; per la primaria è uno strumento suggestivo per avvicinarsi per la prima volta all'osservazione del cielo; per la secondaria è un mezzo efficace per approfondire conoscenze di astronomia e astrofisica.

Dopo il progetto pilota dell'anno scorso, torna la proposta della Scienza al Menu per la Scuola Secondaria, ricalibrata per meglio venire incontro alle esigenze dei docenti e garantire qualità dei contenuti e coinvolgimento emotivo dei ragazzi.

Restano fermi i punti innovativi della proposta: centralità degli esperimenti e dei contenuti trattati, totale libertà di scelta di esperimenti per l'insegnante, possibilità di attingere da aree tematiche diverse e affrontare più argomenti durante il tempo a disposizione. Tutto senza trascurare l'interattività in stile Balì!

Gli spettacoli scientifici sono attività da svolgere due classi alla volta (minimo 40 studenti) per la scuola Primaria e Secondaria che hanno come obiettivo avvicinare i giovani alla scienza. Come? Attraverso l'intrattenimento, il coinvolgimento emotivo e la partecipazione attiva. Scoprendo che ci si può divertire con la scienza, gli studenti sono invogliati a continuare il percorso in autonomia e sono più ben disposti ad affrontare le discipline scientifiche a scuola.

E' possibile scegliere l'attività selezionando l'ordine scolastico tramite l'apposito filtro. Contattare la segreteria del museo per verificare eventuali altri spettacoli a disposizione.

Durata: 1 ora

L'osservatorio del Museo entra nelle vostre scuole!

Dal 2014, abbiamo la possibilità di proiettare in classe le immagini in diretta del Sole, riprese dai nostri telescopi e guidate da un nostro esperto.

Restando in classe, i ragazzi potranno osservare in tempo reale le caratteristiche dell'atmosfera del Sole (granulazione, macchie solari, protuberanze) e dello suo spettro, interagendo con l'esperto come se fossero veramente dentro all'osservatorio.

L'attività permette di approfondire contenuti scientifici curricolari in modo rigoroso e di far vivere una suggestiva esperienza “sul campo” agli studenti senza dover effettuare una gita di istruzione, onerosa in termini economici e organizzativi.

Per poter fruire dell'attività sono sufficienti poche cose, già in dotazione normalmente in una scuola: una connessione web, un sistema di videoproiezione (anche la LIM), una webcam e un pc.

Il Museo in un click!

Nell'era del Covid-19 al via la nuova proposta del Museo del Balì per supportare gli insegnanti nella didattica a distanza.

Per rispondere alle nuove esigenze della Scuola nell’attuale situazione sanitaria, il Museo del Balì ha elaborato una sua personale didattica a distanza che garantisce attività di qualità nel massimo rispetto delle misure di sicurezza e che rappresenta un ottimo compromesso anche per chi, trovandosi fisicamente lontano dal museo, desideri comunque conoscerne la realtà e sfruttarne le potenzialità "in remoto" senza i gravosi costi di trasporto.

L’attività si propone di promuovere l’insegnamento delle materie STEM con il metodo della didattica informale, settore nel quale il Museo del Balì vanta una lunga esperienza.