Terra in moto

Le vibrazioni di un terremoto sono assestamenti improvvisi della crosta terrestre che possono variare notevolmente in intensità.

La crosta terrestre non è un unico pezzo di roccia, ma è frazionata in tante placche che risultano in movimento tra loro. Quasi tutti i terremoti sono concentrati lungo le faglie, ovvero le fratture tra placche confinanti che sfregano le une rispetto alle altre.

A partire dal punto in cui si libera l'energia, detto ipocentro, si creano una serie di onde elastiche che si propagano in tutte le direzioni dando vita al fenomeno osservato in superficie. Il luogo della superficie terrestre posto sulla verticale dell'ipocentro si chiama epicentro.

Oggi si usano due scale di intensità che si basano sulla determinazione degli effetti dei terremoti:

- MAGNITUDO RICHTER O LOCALE (MI), che è determinata direttamente dall’ampiezza di un sismogramma registrato da un sismografo standard; è una misura della grandezza relativa tra terremoti e non una stima della reale grandezza dei terremoti. Richter considerò che ogni aumento di ampiezza di 10 volte delle onde sismiche di frequenza pari a circa 1 Hz, equivaleva un aumento di un grado di magnitudo (quindi i decimali sono importanti!!)

- MAGNITUDO MOMENTO (MW), introdotta circa 40 anni fa, derivata dal parametro sismologico momento sismico che equivale al prodotto tra area di faglia, dislocazione e la resistenza delle rocce. Questo dato rappresenta la migliore stima della grandezza del terremoto. Ma per ottenere questo dato ci vuole un po' più di tempo perché va calcolato dalla parte a bassa frequenza (minore di 1Hz) del sismogramma.

Ora, soprattutto per i terremoti più forti i due dati possono essere anche molto diversi. Perché l'ampiezza delle onde sismiche al di sotto di 1Hz per forti terremoti è maggiore dell'ampiezza delle onde sismiche a 1Hz dove viene calcolata la scala Richter. Tutto questo è legato alla natura della sorgente sismica. Nei forti terremoti l'ampiezza delle onde sismiche a 1Hz non aumenta linearmente.

Sala
Scienze della Terra