Teorema di Pitagora

L'acqua che si riversa da una figura all'altra dà modo di vedere direttamente le equivalenze delle aree delle figure di cui parla il famoso teorema: “In un triangolo rettangolo il quadrato costruito sull'ipotenusa è equivalente alla somma dei quadrati costruiti sui cateti.

Nonostante la sua celebrità, pochi sanno che il teorema di Pitagora non vale solo per i quadrati, ma anche per gli esagoni e, più in generale, per qualunque figura; si esprime coi quadrati soltanto perché questi hanno una controparte algebrica: c^2=a^2+b^2.

 

Water falling from a shape to another shows you directly that some figures have the same area, as the well-known theorem states: “In any right triangle, the area of the square whose side is the hypotenuse is equal to the sum of the areas of the squares whose sides are the two legs.”

Although its celebrity, fewer people know that the Pythagorean theorem does not hold just for squares, but also for hexagons and, as a general rule, for any figure; squares however are mostly used because with squares you also get an algebraic equation: c^2=a^2+b^2.

 

Sala
Matematica