Pendolo di Foucault

Il pendolo si muove lungo il suo piano d’oscillazione che è sempre lo stesso, nonostante il trascorrere del tempo. Il disegno lasciato sulla sabbia non è prodotto da una rotazione del pendolo, ma da quella della Terra che gli gira sotto!

Il pendolo è agganciato a un giunto che gli permette di muoversi liberamente e di mantenere il suo piano di oscillazione indipendente dalla rotazione della Terra. Il tempo impiegato a completare un giro facendo sì che il pendolo torni sulla prima traccia dipende dalla latitudine. A livello intuitivo questo si spiega pensando che, mentre la Terra ruota, il pendolo rimane sempre verticale perché attirato per gravità verso il centro del pianeta. Di conseguenza il terreno sotto il pendolo in parte ruota e in parte è trascinato dal moto terrestre; più si va verso i poli e più prevale la componente di rotazione, più si va verso l'equatore più prevale la componente del trascinamento. Così, alla nostra latitudine, questo tempo risulta essere di 36 ore, al polo nord e al polo sud è di 24 ore, all’equatore invece il pendolo oscilla sempre sulla stessa traccia.

Con il passare del tempo, le oscillazioni del pendolo diminuiscono di ampiezza a causa dell'attrito con la sabbia.

 

The Pendulum moves according to its oscillation plane, which always remains the same even as time goes by. The design left on the sand is not produced by the rotation of the Pendulum, but by the rotation of the Earth which is turning underneath!

The Pendulum is attached to a joint which allows it to freely move and to maintain its oscillation plane regardless of the Earth’s rotation.

As time goes by, the oscillations decrease their amplitude because of friction.

 

Sala
Scienze della Terra