Numeri primi

I numeri rimasti scoperti si chiamano numeri primi e hanno la particolarità di essere divisibili solo per 1 e per se stessi.

Il procedimento che hai appena applicato prende il nome di crivello di Eratostene, in onore del suo ideatore, il matematico greco Eratostene di Cirene vissuto a cavallo tra il III e il II secolo a.C. E’ un algoritmo antico, ma tuttavia talmente semplice ed efficace che viene utilizzato ancora oggi da molti programmi per computer.

I numeri primi rivestono un’importanza particolare in matematica, a partire dalla teoria dei numeri, perché con essi possiamo costruire tutti i numeri interi attraverso la moltiplicazione. Recenti utilizzi pratici dei numeri primi sono collegabili alla crittografia.

A volte capita che due numeri primi siano separati soltanto da un numero pari: in tal caso sono detti “gemelli”. Infatti, a parte la coppia formata da 2 e 3, i numeri primi non possono essere mai consecutivi, perché devono necessariamente essere dispari per non essere divisibili per 2.

 

The uncovered numbers are prime numbers. They are natural number greater than 1 that have no positive divisors other than 1 and themselves. The method you’ve just used is called the sieve of Eratosthenes, in honor of its inventor, the Greek mathematician Eratosthenes of Cyrene (III-II century b.C.). It’s an ancient algorithm, yet so efficient and simple that is still used today by a lot of computer softwares. These numbers have an important role in Mathematics, since all natural numbers can be obtained from them simply by multiplication. They are also used in modern cryptography.

Two prime numbers can sometimes be separated only by an even number: in that case they are called “Twins”. Apart from the pair formed by 2 and 3, all the primes are never consecutive, since they must necessarily be odd not to be divisible by 2.

 

Sala
Matematica